Feel free, a piedi nudi per i rifugi degli animali salvati.
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Feel Free: la squadra che correrà a piedi nudi all’UMS 285 Km. a favore dei rifugi per animali salvati dallo sfruttamento

Feel Free, squadra 100 % barefoot, composta da quasi per intero da atleti vegani, è un progetto nato da un’idea e dalla passione di Ercole La Manna, over 40 con la passione della corsa a piedi nudi, che parteciperà alla staffetta della ultramaratona più lunga d’Italia, la Milano Sanremo di 285 km che si terrà dal 28 al 30 aprile 2018 (tempo massimo di percorrenza 48 ore).

Fell Free, la squadra di atleti a favore dei rifugi degli animali salvati dallo sfruttamento.

La squadra “Fell Free” oltre da Ercole è composta anche da Paola Coccato, Folco Terzani, Sara Enge e Paola Corini, che hanno lanciato anche una campagna di sensibilizzazione per raccogliere fondi a favore di due Oasi/Rifugi per animali salvati da varie forme di sfruttamento, maltrattamento e morte certa con la collaborazione di Silvia Colafrancesco (Revers Lab) una bravissima artista che con le sue opere, i concetti di ecosostenibilità e di amore e rispetto verso la Natura e verso ogni forma di vita!

Feel free, il nome indica la libertà di sentirsi liberi, un augurio che i corridori fanno a tutti gli animali, di questo mondo.

Se ancora non avete sentito parlare dei Feel free, noi di Ilvegano abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Ercole per conoscerli meglio.

Quando e come è nata l’iniziativa Feel Free?

L’idea è nata durante l’ascesa del Monte Grappa alla 100 Km di Asolo dello scorso luglio!
Stavo correndo quella gara con la maglia del Raw-Vegan Running Team e, su uno dei tratti più duri dell’ascesa, da dietro mi ha raggiunto un gruppetto di 4, o 5 runner e mi colpisce una voce femminile che mi dice “Oh… questa maglietta mi piace”. Mi giro e mi colpiscono i Rastro Lagoa(sandali minimalisti per il barefoot running, realizzati artigianalmente su  misura in Italia dall’artigiano brasiliano Pedro Scassa) ai piedi della runner che aveva apprezzato la mia t-shirt  e replico “Oh… questi sandali mi piacciono”.
E’ così che ho conosciuto la nostra ultramaratoneta Paola Coccato, che poi ho scoperto anche che in comune avevamo il veganesimo. E così le racconto che sto correndo la penultima mia gara con le scarpe ma che ho già iniziato a correre barefoot completamente scalzo e che mi piacerebbe organizzare una squadra 100% barefoot per la UMS 2018.

feel-freeHo letto che i componenti della squadra hanno in comune alimentazione veg, amore e rispetto per gli animali e la passione della corsa, è stato facile creare una squadra affiatata e soprattutto con gli stessi principi?

Dopo avere corso la mia prima maratona barefoot (Venice Marathon ad ottobre 2017) ho subito lanciato l’idea sul gruppo Facebook “Barefoot Running Italia” che, insieme a “Podisti a piede libero” della nostra Paola Corini, rappresenta il luogo di ritrovo virtuale della nostra comunità.
In pochissimi giorni la squadra era formata grazie all’immediata adesione di Paola Coccato, Paola Corini e Sara Enge, oltre chiaramente alla mia.
Malgrado ciò riuscire a formare la squadra definitiva non è stato così semplice a causa dell’assenza del quinto/a barefoot runner.
Mi sono ricordato allora di una lettura che avevo fatto in estate di  “Ultra”, libro di Folco Terzani sulla vita e sulla carriera sportiva dell’ultramaratoneta Michele Graglia, dove l’autore raccontava anche delle sue esperienze da Barefoot Runner. Contatto allora, Michele che vive in California, presentandogli il progetto e gli chiedo se può essere così gentile da mettermi in contatto con Folco. Grazie alla conferma di Folco è stato possibile iscrivere la squadra!

Leggi anche:

Barefooting: a piedi nudi per ritrovare il contatto con la natura.

Solo per l’occasione della maratona correrete a piedi nudi o anche nella vita normale praticate il barefooting?

Io trascorro le mie giornate con un paio di Rastro Sumarè e corro scalzo; non porto più scarpe chiuse neanche d’inverno.

feel-freeCosa rappresenta la libertà per Feel Free?

Il nome Feel Free accomuna la nostra sensazione di libertà assoluta che proviamo correndo scalzi sulle più svariate superfici ed in vari scenari all’augurio di sentirsi pienamente liberi che facciamo a tutti gli animali di questo mondo! Da qui la nostra idea di avviare un’azione di sensibilizzazione a favore di tutti i Santuari per animali salvati dallo sfruttamento, sparsi su tutto il territorio nazionale ed una raccolta fondi a favore di due di questi Santuari, che conosciamo personalmente e sulla cui gestione siamo assolutamente certi: l’Oasi I Musicanti di Brema di Serena Vecchio a Roccatederighi (GR) ed il Santuario Capra Libera Tutti di Massimo Manni a Nerola (Roma). La raccolta sarà articolata in più fasi.
Al momento è possibile acquistare i prodotti Feel Free (T-shirt, felpe, tazze, taccuini e shopper), disegnati per noi dalla meravigliosa artista vegana Silvia Colafrancesco (Revers Lab) sulla piattaforma etica e solidale Worth Wearing al seguente link.

feel-freeRingraziamo Ercole La Manna per averci raccontato il suo progetto che siamo lieti di condividere.

Per saperne di più clicca qui.

FEEL FREE

Liberi di correre
Liberi di amare
Liberi di donare

di Antonella Tomassini

Search