Una storia d'amore lunga una vita per i biscotti: Ignazio Morviducci racconta
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Una storia d’amore lunga una vita, così nascono i biscotti vegan Morviducci

Chi non ricorda il profumo dei biscotti fatti in casa, preparati per noi quando eravamo bambini con tanto amore dalle nostre mamme e nonne?

Ogni occasione era buona per impastare e far festa: piccole emozioni che ci portano indietro nel tempo e che resteranno impresse sempre nel nostro cuore. Quella che vi racconteremo è la storia di Ignazio Morviducci, 53 anni, di Chianciano Terme in provincia di Siena, che ha trasformato un suo ricordo in una professione che oggi lo vede produttore di biscotteria secca vegana.

La storia di Ignazio Morviducci

Ignazio, cresciuto tra pentole e fornelli e avvicinatosi al veganismo 15 anni fa grazie alla moglie Alessia, racconta che la sua passione per i biscotti è nata da bambino vedendo sua nonna materna, eccellente e creativa cuoca per 60 anni dell’Albergo Centrale di Chiusi, preparare dolcetti deliziosi e profumati per i clienti e per la famiglia.

Una storia d’amore lunga una vita per i biscotti

Una storia d’amore lunga una vita per i biscotti, come sottolinea Ignazio, che durante la sua esperienza trentennale in un settore completamente diverso dalla gastronomia, non ha tralasciato quel ricordo di nonna Lina.

Anzi ha creato fiero un’attività, mettendo in evidenza la cura nella ricerca delle materie prime, la rilettura della tradizione e l’utilizzo di ingredienti esotici che i clienti di nonna Lina erano soliti portarle in dono dai loro viaggi.

Ed è proprio negli ultimi anni, dopo essere divenuto padre, Ignazio, mette in atto le ricette della nonna a lui più care, trasformandole con ingredienti vegetali per far assaporare al figlio, il ricordo di quei pomeriggi gioiosi della sua infanzia.

ignazio-morviducci

Una passione improntata alla ricerca e alla sperimentazione portata avanti con amore e curiosità, fin da quando Ignazio era bambino, e che mette in primo piano la genuinità attraverso il rispetto per le materie prime e soprattutto il rispetto per noi stessi e gli animali.

Biscotti vegan, come le Chelle con nocciole, olio di oliva e vino liquoroso, o le Chicche con caffè e cardamomo, Cantucci vegan con mandorle e gocce di cioccolato senza nessun derivato animale e senza additivi e conservanti: questi i biscotti buoni e sani che ci piacciono e ci fanno tornare bambini.

Ideali per la colazione, ma anche per la merenda o dopo cena, noi ci siamo allietati il palato con le Chicche con ibisco e frutti di bosco.

biscotti-morviducci-04-151b4dd1

Deliziosi biscotti, che come racconta Ignazio, nascono dall’incontro di nonna Lina con Christine, una signora inglese che amava l’Italia e che aveva girato il mondo intero. Spesso era ospite dell’albergo e un giorno portò dall’Egitto, come dono a nonna Lina un sacchetto profumato contenente un infuso a base di ibisco e frutti rossi. Nonna Lina per ringraziarla si mise subito al lavoro e realizzò queste fantastiche chicche.

Sicuramente, l’ingrediente segreto di nonna Lina era l’amore, l’amore che oggi anche Ignazio vuol trasmettere a chi assaggia i suoi biscotti profumati.

Se anche a voi è venuta l’acquolina in bocca e siete curiosi di immergervi nelle bontà di Ignazio, non vi resta che scoprire i biscotti Morviducci.

di Antonella Tomassini

Editor's choice
Search