L’importanza di insegnare ai bambini il rispetto degli animali.
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

L’importanza di insegnare ai bambini il rispetto degli animali.

Insegnare ad un bambino il rispetto e l’amore per gli animali alcune volte sembra non essere di fondamentale importanza per alcuni genitori, che sbagliano a sorvolare il problema, perché se vogliamo che nostro figlio diventi una persona sensibile e bella non dobbiamo insegnargli solo il rispetto per le altre persone ma anche per tutti gli animali, poiché sono esseri senzienti proprio come noi.

Alcuni bambini sin da piccoli amano il proprio cagnolino, il gatto del vicino, i ricci del giardino e le formichine lavoratrici sul marciapiede di una strada, e passerebbero ore e ore a osservarli.

Altri bimbi più dispettosi, invece si divertono a scacciare con gesti violenti i piccioni in piazza mentre consumano le molliche di pane e a strapazzare i granchi in un secchiello e qui mi fermo. Non voglio aggiungere nell’elenco le cattiverie di bambini che una volta cresciuti hanno commesso atroci malvagità.

Se siamo genitori e vogliamo insegnare ai nostri figli il rispetto per gli animali, bisogna avere per primi la consapevolezza di provare amore e rispetto per gli animali, altrimenti dobbiamo fare un passo indietro nel tempo, cioè ritornare bambini ed imparare a conoscere le regole fondamentali del rispetto per ogni creatura vivente.

Sono tanti i suggerimenti su come insegnare ai bambini l’amore per gli animali, il primo è quello di adottare un cane o un gatto direttamente dal canile o gattile, che sarà sicuramente un’esperienza di crescita per un bambino, in maniera che nostro figlio possa imparare ad amare un animale, e quindi capire cosa vuol dire prendersene cura.

Mostriamo al bambino, che il cane o il gatto, o anche un criceto è un componente della famiglia, che ha bisogno di mangiare, di dormire, di giocare, ha bisogno come tutti dei suoi momenti di relax.

Possiamo chiedere collaborazione a nostro figlio nella gestione dell’animale, in maniera che possa sentirsi responsabile, facciamoci aiutare da lui quando dobbiamo dar da mangiare al nostro animale domestico, facendogli versare la pappa nella ciotola, mostrandogli come pulire la lettiera se abbiamo un gatto, e come fare il bagnetto al cane, rendendolo partecipe ed insegnandoli anche come giocare in modo sicuro e corretto con un animale.

Spieghiamo che tutti gli animali sono uguali, provano paura, dolore, emozioni come gli umani, anche quelli che vivono per strada dal più grande al più minuscolo.

Possiamo inventare tante storie fantastiche da raccontare al nostro bambino invece delle solite favole, e se non avete fantasia vi consiglio questi libri.

Un altro suggerimento è quello di far vedere ai bambini anche piccoli, i documentari che hanno come protagonisti gli animali, o anche film animati che parlano di animali, sicuramente impareranno a conoscere il loro mondo, in maniera più vera rispetto ad una visita ad uno zoo o un circo o un acquario, dove di reale non esiste nulla, e dove c’è solo sofferenza.

È importante insegnare ai bambini che gli animali non devono essere considerati strumenti per il loro divertimento ma che devono essere invece trattati con affetto e tutelati, i genitori  non dovrebbero mai giustificare i gesti di non rispetto che il proprio figlio può avere verso gli animali, considerandoli scherzi, al contrario dovrebbe intervenire sottolineando il valore della vita di un animale.

Solo così si può contribuire a creare una società non violenta a vantaggio di tutte le specie umane e non umane educando i bambini al rispetto della vita animale e sarebbe opportuno poterne parlare anche nelle scuole dove i bambini passano metà del tempo della loro giornata, perché se un bambino mostra cattiveria con gli animali sicuramente non sarà un buon adulto.

granchietto-1-e1471635031685In conclusione vi ricordo con l’arrivo dell’estate, se vediamo in spiaggia bambini che trattano pesciolini, granchi e telline, come giocattoli in un secchiello per poi essere dimenticati e lasciati a morire in spiaggia  sotto il sole mentre i genitori indifferenti sono intenti ad abbronzarsi, possiamo fermarci un minuto ed educare anche loro, interveniamo spiegando loro l’agonia che stanno provando quelle creature e magari cerchiamo di riportarle nel loro habitat. Scene come queste purtroppo spesso si vedono troppe volte.

Non lasciamo che l’indifferenza e la noncuranza faccia altre vittime.

di Antonella Tomassini

 

Bambini e Animali
Le Radici dell’affetto e della Crudeltà
€ 24

Search