Partito Animalista, nasce anche in Italia il partito per i diritti degli animali
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Partito Animalista, nasce anche in Italia l’unico partito per i diritti degli animali

Per la prima volta abbiamo un Partito Animalista Italiano candidato, svincolato da destra e sinistra, completamente indipendente, in coalizione con i partiti animalisti europei.

Partito Animalista Italiano a favore degli animali

Ispirato ad Animal Politcs Eu, fondato nel 2019 da vari partiti animalisti europei, l’unico Partito Animalista Italiano e’ un’occasione storica che non possiamo assolutamente perdere.

Massimo Rubi, attivista a favore dei diritti degli animali sostiene: “ L’intera comunità animalista deve schierarsi in massa per portare gli animalisti dentro le istituzioni. Non possiamo più farci prendere in giro dai partiti pseduo-animalisti, che in campagna elettorale ti promettono cose, come togliere le botticelle e poi si rimangiano tutto, che vanno al governo e riportano la vivisezione del medioevo. Tutti noi vegani e animalisti dobbiamo unirci, altrimenti non otteremo mai nulla. Dobbiamo farlo per gli animali.”

Il programma del Partito Animalista Italiano

Il PARTITO ANIMALISTA ITALIANO è nato per la difesa dei diritti animali, tutela delle specie e dell’ambiente ed ha un ricco programma per cambiare le cose.

Leggiamo sul sito ufficiale: “Questa è la visione dell’Ambientalismo del 21esimo secolo che Deve partire dalla difesa dei diritti delle specie, della natura e dei diritti umani: tutelando le minoranze ed i singoli in una visione di futuro più giusto, equo e sostenibile, anche per le nuove generazioni.”

“E’ con questa forza e convinzione che ci presentiamo anche in Italia agli elettori, convinti che l’Europa non è una stanza di burocrati, ma è un’opportunità che va colta. Mai come adesso siamo ad una svolta epocale per chi ha a cuore la difesa del Pianeta e delle specie, in un connubio indissolubile tra Animali-Natura-Uomo.”

partito-animalista-italiano

Il Partito Animalista Italiana vuole: Innalzare lo stato morale e legale degli animali – Migliorare il benessere degli animali negli allevamenti ed assicurare un vero rafforzamento della legislazione sul benessere animale tramite tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea – Porre fine al crudele trasporto a lunga distanza di animali vivi, dentro e fuori l’Unione Europea – Fermare la pesca intensiva, dentro e fuori le acque Europee – Porre fine alla sperimentazione animale con obiettivi immediati di riduzione e sostituzione, combinati con incentivi ai metodi sostitutivi di sperimentazione – Interrompere le deroghe di legge ed i sussidi per le cosìddette tradizioni culturali e religiose che comportano crudeltà sugli animali, come la corrida ed i combattimenti con i tori, la macellazione senza stordimento e vietare la produzione di foie gras – Combattere il commercio illegale di animali domestici nella Unione Europea e fermare il trattamento barbaro di cani e gatti randagi in Europa 3 – Vietare la caccia e proibire l’importazione di trofei di animali selvatici -Chiudere tutti gli allevamenti di animali da pelliccia in Europa e vietare l’importazione di pellicce da Stati terzi -Mettere fuori mercato i pesticidi pericolosi e sostanze chimiche dannose -Contrastare il cambiamento climatico supportando il passaggio verso uno stile di vita basato sui vegetali, migliorando il tasso di CO2 per le industrie e aumentare gli sforzi per realizzare il completo passaggio alle energie rinnovabili -Realizzare un efficiente, affidabile ed accessibile trasporto pubblico, come alternativa ai viaggi aerei.

Crediamo che tutti desiderano un futuro sostenibile e una vittoria storica a favore degli animali.

Ph credits Partito Animalista Italiano

di Antonella Tomassini

Editor's choice
Search