Crostata ripiena di mandorle e latte autoprodotto.
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Crostata ripiena di mandorle e latte autoprodotto.

Sono circa due anni ormai che non bevo più latte vegetale la mattina, preferisco fare colazione con succo fresco di arancia in inverno ed estratti di frutta e/o verdura in estate, lo uso solo in alcune ricette di dolci o per le salse.
Quando invece ho a disposizione della frutta secca da consumare subito mi viene voglia di preparare in casa un latte 10 e lode, non paragonabile a quelli venduti in brick ed anche più digeribile.
Con la polpa di scarto della preparazione del latte vegetale (l’okara) si possono preparare tante ottime ricette dolci e salate e, dato che ho la dispensa piena di mandorle, prossimamente pubblicherò altre prelibatezze 🍰
Nel frattempo godete con questa crostata ripiena 🌞

Ecco la ricetta della crostata ripiena di mandorle e latte autoprodotto.

Ingredienti  e procedimento per il latte di mandorla

gr. 100 di mandorle sgusciate (lasciare la pellicina marrone)

ml 1000 di acqua

In una ciotola mettere in ammollo le mandorle nell’acqua per 10 ore.

Scolarle (senza buttare l’acqua) e frullarle con ml 100 dell’ acqua di ammollo.

Una volta tritate bene unire il resto dell’acqua tenuta da parte.

Filtrare il latte in un colino di cotone strizzando per bene l’okara (tenere da parte per la torta).

Ingredienti per la frolla

gr. 200 di farina 0 macinata a pietra
gr. 40 di farina di riso
gr. 60 di fecola di patate
gr. 110 di zucchero di canna
1 bustina di lievito bio per dolci
gr. 100 di okara di mandorle
gr. 100 di burro di soia
ml 20 di acqua tiepida

Ingredienti per la crema

gr. 70 di mandorle sgusciate (lasciare la pellicina marrone) tritate grossolanamente
gr. 40 di farina di riso
gr. 55 di zucchero di canna
ml 300 di latte di riso
1 stecca di vaniglia

Preparazione della crostata ripiena di mandorle

Per la crema versare in una pentola la farina, lo zucchero e lentamente il latte con i semi di vaniglia. Cuocere su fuoco basso mescolando continuamente, portare a bollore e spegnere dopo 2 minuti. Versare in una ciotola insieme alle mandorle tritate e far raffreddare.

Per la frolla mescolare sulla spianatoia le farine con la fecola, lo zucchero, il lievito e l’okara.
Aggiungere il burro e sempre impastando l’acqua. Dividere l’impasto a metà e formare due dischi.
Imburrare ed infarinare uno stampo di circa 24 cm ed adagiare il primo disco.
Versare la crema raffreddata e ricoprire con l’altro disco di frolla sigillando bene i bordi.
Punzecchiare la superficie con i rebbi di una forchetta ed infornare a 180° per circa 25 minuti.
Conservare in frigo.

di Simona Camplone

 

We will be happy to see your thoughts

Leave a reply

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Search