A cosa servono le lampade di sale. | ilVegano.it
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

A cosa servono le lampade di sale.

Di recente sentiamo parlare delle lampade di sale, che ormai anche in Italia si stanno diffondendo sempre di più. Vediamo a cosa servono e quali benefici apportano alle nostre case e al nostro corpo.

La lampade di sale illumina con la sua caratteristica luce ambrata creando un’atmosfera più intima e rendendo gli ambienti in cui viviamo più salubri.

Trascorriamo ogni giorno diverse ore a casa o al lavoro o in genere in ambienti chiusi, davanti al computer o a contatto con elettrodomestici o altre persone, per cui l’aria degli ambienti ne risente, riempiendosi di elettrosmog, ioni positivi e anidride carbonica, arrecandoci sonnolenza, spossatezza e svogliatezza.

Per cui se non ci sono gli ioni negativi, l’aria diventa malsana. Molto richieste, di recente, anche per la prenotazione di conference room per appuntamenti di lavoro.

Le lampade in cristallo di sale sono ionizzatori naturali che emettono ioni negativi che, si diffondono nell’aria, legandosi alle particelle in sospensione nell’aria, come polveri, fumi, batteri, e caricandole elettrostaticamente, quindi la polvere si attaccherà alle pareti anziché volare nell’aria.

Gli ioni negativi producono diversi vantaggi sul nostro corpo, aumentano la concentrazione, riducono le allergie respiratorie, attacchi di asma, raffreddore, migliorano il sistema immunitario e rallentano il processo di invecchiamento delle cellule.

Uno dei modi più naturali ed economici per ionizzare l’aria è l’uso di una lampada di salgemma, un sale naturale cristallizzato formatosi in Himalaya circa 250 milioni di anni fa, che grazie al suo calore, purificherà gli ambienti senza l’impiego di agenti chimici, o filtri da sostituire e regolarizzerà l’umidità in eccesso.

Il suo colore arancione, secondo la teoria della cromoterapia, induce serenità, allegria, ottimismo , ed inoltre avrebbe anche azione stimolante sulla tiroide, sulla capacità polmonare e sull’appetito.

Si possono posizionare in ogni stanza della nostra casa, ma soprattutto è ideale accanto alla tv o al computer o anche in ufficio.

È opportuno per ottenere un buon risultato lasciare accesa la lampada per almeno 6 ore consecutive, ricordandoci di posizionare un piattino alla base poiché dopo averla accesa perderà un po’di acqua, ma è del tutto normale, per non rovinare mobili  o pavimento.

Buon rilassamento 🙂

di Antonella Tomassini

[easyazon_infoblock align=”none” identifier=”B00NAF2KKA” locale=”IT” tag=”ilveganoita-21″]

 

Search