Carciofi ripieni: un trionfo delizioso in tavola.
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Carciofi ripieni: un trionfo delizioso in tavola.

Oggi vi propongo la ricetta di un ortaggio che a casa mia è amato e odiato allo stesso tempo: il carciofo.

Odiato non perché non piaccia ma perché io adoro le sue foglie, anche quelle più esterne (mi piace molto spolparle prendendole tra i denti e “raschiando” la parte morbida, chi di voi lo fa?), mentre Matteo ha sempre mangiato solo il cuore del carciofo.

Capirete la mia difficoltà nel preparare piatti che vadano bene a entrambi! Ma ogni tanto mi impunto e provo a cimentarmi in qualcosa, sperando che il marito la mangi senza lamentarsi.

Ebbene, questa volta, con questa ricetta, ci sono riuscita!

Ho utilizzato i carciofi già “puliti”, a cui però ho tolto ugualmente un paio di giri di foglie esterne per quelli preparati per Matteo: apprezzati senza batter ciglio! Che ne dite di provarli anche voi? Il ripieno con le lenticchie poi, è spaziale!

Ecco la ricetta.

INGREDIENTI
• Carciofi già puliti e senza spine – un paio a testa
• Pane raffermo ammollato in acqua
• Lenticchie già cotte
• Aglio – un paio di spicchi
• Prezzemolo tritato
• Olio evo
• Sale e pepe
• Fumo liquido per aromatizzare (in alternativa paprica affumicata)

CUCINIAMO
Iniziate mettendo in un mixer il pane raffermo ben strizzato, il prezzemolo, l’aglio, il sale e il pepe e frullate. Aggiungete un goccio di fumo liquido e un po’ di olio fino a ottenere una crema. Togliete il contenitore dal frullatore, aggiungete le lenticchie e amalgamate con delicatezza per evitare che si spappolino. Assaggiate e aggiustate di sale.

Passate ora ai carciofi: allargate delicatamente le foglie, un po’ per volta, fino a intravedere il cuore (eventualmente con una forbice tagliate via le spine, se dovessero essercene). Metteteli a testa in giù sul piano di lavoro.

A questo punto prendete i carciofi, salateli leggermente e riempiteli con il ripieno, poi fateli cuocere: io li ho messi in pentola a pressione con il cestello e due dita di acqua, per circa 20 minuti dal fischio.

Servite ben caldi accompagnati da una bella insalata di stagione. Buon appetito!

di Francesca Magnoli

Search