Spighe di lavanda in tempura: delizia floreale in tavola.
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Spighe di lavanda in tempura: delizia floreale in tavola.

La nostra amica Beatrice Malfatti, autrice del libro “La mia cucina easy & veg”, e blogger di Frizzbe! il suo interessante blog di vita vegan e mamma, è in cucina con noi per raccontarci come preparare le spighe di lavanda in tempura, una delizia floreale da portare in tavola e da assaggiare per deliziare il nostro palato.

Una ricetta insolita, allegra e profumata. Mettiamoci allora ai fornelli con Beatrice, resteremo sicuramente stupiti dalla bontà di questo piatto.

Preparazione: 10′

Cottura: 5′

Difficoltà: 0

“Andare ad una mostra di fiori, scoprire che esiste la lavanda commestibile e correre a casa a cucinarla: ecco la mia lavanda in tempura!

Ebbene sì, esiste la lavanda commestibile. Per fare il risotto, per aromatizzare il vino bianco creando un’insolita sangria, per fare i biscotti…e anche da fare in tempura.

Non ho resistito, ho comprato due vasi, prontamente posizionati sul terrazzino: uno con fiori più grandi da utilizzare per aromatizzare, l’altro con fiori più piccoli da mangiare. E, ovviamente, sono passata all’azione cimentandomi con la lavanda in tempura.

Premetto che non si tratta di un piatto da portata, ossia dato il sapore particolare non lo consiglierei per pasteggiarci. E’ piuttosto un’idea sfiziosa dal sapore insolito ma sorprendentemente buono da proporre durante un aperitivo o da inserire in un fritto di verdure.

Ingredienti per un assaggio per 2

una decina di spighe di lavanda, fiore compreso

birra fredda e farina 0 quanto basta per la pastella

olio di semi per friggere

un pizzico di sale

carta assorbente

Per prima cosa sciacquate delicatamente le spighe di lavanda in acqua, lasciatele asciugare e scaldate l’olio in una pentola antiaderente (ne bastano due dita).

51Up5xBOXuL._SX350_BO1,204,203,200_Per la pastella io uso birra fredda e farina 0: nelle quantità vado a occhio (frase usata a sproposito dalle nonne di mezza Italia quando devono dirti le dosi di una loro ricetta, non odiatemi se oggi lo faccio anche io) in modo da creare una crema molto morbida ma non liquida.

Ad olio caldissimo passate le spighe nella pastella in modo da ricoprirle completamente e lasciatele andare nell’olio: tempo due minuti saranno dorate quindi scolatele e asciugatele con la carta assorbente.

Alla fine spargete sulle spighe un po’ di sale, qualche fiorellino fresco di lavanda e…voilà!

Pronto per stupire tutti i vostri commensali!”

Tratto dal libro ““La mia cucina easy & veg”

Ringraziamo Beatrice Malfatti per la sua disponibilità e la sua passione in cucina e se vi piace la ricetta potete scoprirne altre sul suo libro, in vendita online in formato ebook.

di Antonella Tomassini

 

Search