Come preparare gli arancini vegan.
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Come preparare gli arancini vegan.

Gli arancini, sono una delle specialità della cucina siciliana, famosi per la forma di palla o cono, che ricorda appunto un’arancia. La ricetta originale prevede di friggerli con uovo e pangrattato, e di farcire il riso con ragù, mozzarella e piselli. Ovviamente trasformare questo piatto in vegan, è semplice e soprattutto gustoso.

Difficoltà

00

Tempo di preparazione

1 ora circa (se prepariamo il riso la sera prima)

Per 4 persone

Ingredienti (per circa 10 arancini)

300 gr. di riso superfino

50 gr. di piselli

200 gr. di pomodori pelati

50 gr. di farina integrale

100 gr. di granulare di soia

Formaggio di riso

Acqua q.b.

Mezza cipolla

Sale e pepe

Pangrattato

Olio evo

Olio di semi di girasole

Preparazione

Lessiamo il riso in acqua salata per una quindicina di minuti, sarebbe preferibile lessarlo la sera prima, e poi una volta freddato metterlo in frigo, altrimenti lasciamolo riposare per qualche ora. Nel frattempo prepariamo il ripieno, tagliuzziamo finemente la cipolla, che mettiamo a soffriggere in padella con un po’ di olio, uniamo i pomodori, tagliati a pezzi e facciamo rosolare a fuoco vivo, aggiungiamo i piselli, allungando con un goccio di acqua.

In un altro pentolino facciamo cuocere in acqua leggermente salata il granulare di soia, per una decina di minuti, scoliamo e strizziamo l’acqua assorbita, e uniamo al nostro condimento, aggiustando di sale e pepe. Facciamo cuocere per altri 15 minuti e lasciamo freddare il ragù vegetale.

Mescoliamo il ragù con il riso e lasciamo riposare, il consiglio è che più il riso è freddo più gli arancini verranno compatti.

Prepariamo la pastella con acqua e farina, e cominciamo a formare gli arancini, con le mani bagnate,  spingendo al centro con il pollice, e mettendo il formaggio di riso tagliato a dadini. Passiamo gli arancini nella pastella e facciamoli riposare nel frigo per mezz’ora. Poi li passiamo nel pangrattato e finalmente possiamo friggerli in olio di semi di girasole.

Lasciamo cuocere finchè si dorano da entrambi i lati.

Serviamo caldi ed il piatto è pronto per essere gustato accompagnato da un contorno di soia edamame, pomodorini e aceto balsamico.

di Antonella Tomassini

Search