Ecco perché le proteine animali provocano il cancro
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Ecco perché le proteine animali provocano il cancro

Le proteine animali provocano il cancro: Questo è un articolo di pura informazione, non c’è nulla di personale in ciò che sto scrivendo, dopo approfondite ricerche, mi limiterò ad elencare dettagliatamente gli studi effettuati da notevoli professori di livello mondiale, che hanno dimostrato da anni l’associazione che c’è tra le proteine animali e il rischio di contrarre il cancro ed altre malattie.

Prof. Walter C. Willett, direttore del Dipartimento di Nutrizione di Harward School of Public Health, Boston:

Walter-Willett-470-470x313
Abbiamo preso in esame 300.000 uomini e donne degli Stati Uniti e raccolto informazioni sulla dieta di queste persone in modo continuativo ed abbiamo valutato come la loro dieta si associa al rischio di malattie come cancro, malattie cardiache, ed altre.

Grazie a questo studio, abbiamo imparato che la dieta è fondamentale e importantissima e la conclusione generale è che tutte le nostre scelte alimentari hanno un enorme impatto sulla salute e sul nostro benessere a lungo termine.”

Prof. T.Colin Campbell responsabile del progetto “China Study, dieta stile di vita e salute in China”:

 

t-colin-campbell-lake

 

Nel 1983 abbiamo preso in esame 6.500 persone e le abbiamo messe in relazione con il cibo che loro assumevano ed abbiamo constatato che le proteine animali contribuiscono notevolmente ad aumentare la quantità di malattie come cancro, malattie cardiache, diabete, demenza, malattie autoimmuni e così via.”
I motivi di base” –sostiene il Prof. Neal Barnard della George Washington University-“sono gli effetti che le proteine animali hanno sulle singole cellule oltre che con le loro interazioni con l’organismo: ogni volta che un tessuto animale mammifero, volatile o pesce viene cotto, si sprigionano sostanze chimiche cancerogene chiamate HCA e si formano solamente durante la cottura. Allora dovremmo mangiare carne cruda?Ovviamente no, perchè in quel caso ci sarebbe il contagio da salmonella ed altri batteri infettivi che la cottura può distruggere; quindi la carne non è sicura sia se la si cuoce che non.
NealBarnardMD-e1348251362604

 

I vegetali NON formano sostanze cancerogene durante la cottura. Frutta e verdura fresche sono costituite principalmente da fibra, che da volume al cibo e lo aiuta a farlo passare in maniera più veloce attraverso il tubo digerente.”

Il nostro organismo ha delle difese naturali in grado di disattivare le sostanze chimiche presenti nei pesticidi e nell’aria e questi processi hanno luogo nelle cellule grazie ad enzimi chiamati MIXED FUNCTION OXIDASE.
Quando noi mangiamo proteine vegetali, questi enzimi neutralizzano le varie sostanze chimiche rendendole innocue; invece quando assumiamo proteine animali, questo meccanismo di difesa ci si rivolta contro e converte queste sostanze chimiche in CANCEROGENE. Queste, danneggiano il nostro contenuto genetico e il DNA danneggiato si replica, cioè le cellule si dividono e si possono formare cellule cancerose.
Gli antibiotici, i pesticidi e gli ormoni che gli animali assumono durante l’allevamento sono ulteriori problemi allo sviluppo del cancro, così come le diete a base di prodotti animali poichè accellerano e stimolano la diffusione della malattia.
Il fabbisogno giornaliero per l’uomo di proteine è di 47 gr e per la donna è di 38 gr. Oggi però, introduciamo nel nostro corpo dalle 70 ai 100 gr al giorno solo di proteine animali(carne, pesce, uova, latte, formaggi, yogurt, burro..).

Nei test da laboratorio è stato dimostrato che la caseina stimola la crescita di cellule cancerose ed è particolarmente significativa per lo sviluppo del cancro alla prostata(25% di tutti i tipi di cancro).

Il Prof. T. Colin Campbell ha dichiarato che ” Le persone che consumano più proteine animali hanno nel sangue maggiore quantità di crescita insulino-simile IGF e IGF1 e accumulano grandi quantità di questo ormone, questo spiega l’aumento di rischio di cancro alla prostata, perchè sappiamo che l’IGF tende ad attivare il cancro. Queste scoperte hanno avuto origine tra latto-ovo vegetariani e vegani, i primi (90%) consumano una quantità sostanziale di latticini e uova introducendo così molte proteine animali. I questo modo non hanno un grande vantaggio dall’eliminazione della sola carne. Se crediamo inoltre di trovare una cura per il cancro che esca da un ago o da una pillola, non credo che la troveremo mai; d’altra parte alla domanda che mi avete fatto chiedendomi se esista o no una cura per il cancro io risponderei sicuramente di si, ma quello di cui parlo io non sono iniezioni, ma CIBO. Alimenti del tipo giusto, consumati nelle quantità consigliate e nelle esatte combinazioni. I cibi a base vegetale integrali hanno l’effetto notevole nella riduzione dell’incidenza del cancro“.

Con lo studio condotto dal “CHINA STUDY” si è scoperto che il livello di colesterolo che in occidente è un livello solo mediamente alto, è in realtà associato all’insorgenza del cancro.

Riducendo i livelli di colesterolo si assiste ad una riduzione di tumori a: fegato, retto, colon, polmone, mammella, leucemia, cervello, stomaco, gola in adulti e bambini. Alti livelli di colesterolo aumentano i livelli di ormoni femminili soprattutto degli estrogeni che a loro volta sono associati a maggiore incidenza di cancro alla mammella. Il punto è che sia le proteine animali che il colesterolo causano il cancro.

Oggi sappiamo che la VITAMINA D è fondamentale per il nostro organismo e l’alterazione del suo livello può causare la diffusione di un vasto spettro di malattie. Le proteine animali hanno la capacità di bloccare la conversione della vitamina D nella sua forma attiva. Bassi livelli possono indurre il cancro alla prostata, alla mammella, al colon, l’osteoporosi, malattie autoimmuni come il diabete di tipo 1 e ad altre malattie. Anche elevate assunzioni di calcio protratte nel tempo, favoriscono una riduzione dei livelli di vitamina D attiva. Molti medici non sanno e quindi raccomandano sia l’integrazione di calcio che della vitamina D pensando di ridurre il rischio di osteoporosi.

Il Prof. T.Colin Campbell ha così affermato “Noi consumiamo quantità di calcio esagerate sin dall’infanzia e così fino all’età adulta. Di fronte ad un eccesso così prolungato l’organismo cerca di adattarsi e di contenere i danni ed uno dei modi che ha per proteggersi è quello di ridurre l’assorbimento di calcio nel tratto intestinale; ne consegue che quando una persone che è abituata a consumare una dieta ricca di calcio arriva a età più avanzate ed ha bisogno realmente di più calcio, il suo organismo non è più in grado di regolarsi e non riesce più a soddisfare queste richieste nemmeno assumendo gli integratori”.

Howard Lyman è un allevatore di bovini da quattro generazioni. Nel 1979 ha sviluppato un cancro al midollo spinale. Oggi, fa conferenze in tutto il mondo sugli effetti dannosi delle proteine animali.    “La prima cosa che raccomando” -spiega Lyman- “è di levare i latticini, ed io sono nato in un allevamento per la produzione di latte… il più grande del Montana!. Pensavo che il latte fosse il cibo perfetto, che facesse bene, ma oggi dico che è la prima cosa da eliminare dalla dieta sono i latticini e la ragione è che nell’87% di questi vi è una proteina chiamata CASEINA“.

L’arma più potente si rivela il cibo…

fonte: The China Study

 

 

The China Study
Lo studio più completo sull’alimentazione mai condotto finora. Sorprendenti implicazioni per la dieta, la perdita di peso e la salute a lungo termine.

Voto medio su 341 recensioni: Da non perdere

€ 20

The China Study - Le Ricette
Per un’alimentazione sana e naturale – Oltre 120 ricette integrali e vegetali

Voto medio su 51 recensioni: Buono

€ 14.5

Fonte: http://ciboecurenaturali.altervista.org/ecco-perche-le-proteine-animali-provocano-il-cancro/#

Search