Lasagne ai carciofi: per il cenone di San Silvestro.
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Lasagne ai carciofi: per il cenone di San Silvestro.

Lasagne: una sola parola, questa magica parola, è sufficiente per far venire l’acquolina in bocca a chiunque. Per me lasagne vuol dire festa, domenica, famiglia, pranzo felice.

La cosa bella è che le lasagne si possono condire in moltissimi modi: in bianco, con le verdure, con il pomodoro, i funghi, il ragù…ogni regione, ma addirittura ogni famiglia ha la sua versione, una tradizione che si tramanda di generazione in generazione. Oggi le facciamo con i carciofi: questa preziosissima, buonissima e utilissima verdura.

Io adoro le lasagne, quando ho tempo faccio pure la pasta fatta in casa (acqua e farina) ma in questo caso ho utilizzato delle buonissime lasagne di semola di grano duro della Garofalo.

Ingredienti per 4 persone:

8 sfoglie di lasagne (per farla di 4 strati)

5 carciofi

3 spicchi di aglio

prezzemolo q.b.

1 bicchiere di vino bianco

sale marino integrale

formaggio Primavera grattugiato di iVegan

formaggio vegan ilVeganino di iVegan

per la besciamella

1 litro di latte di soia non zuccherato

100 gr di farina tipo 1

mezza tazza di formaggio Primavera grattugiato iVegan

100 gr di olio EVO

sale marino integrale

noce moscata

Procedimento:

Per prima cosa occupiamoci dei carciofi. Puliteli bene privandoli della punta e delle foglie esterne, quelle più dure. Tagliateli ora in lungo per farne 4 spicchi e togliete la “peluria” interna quella che si chiama comunemente barba. Pulite anche il gambo togliendo la parte esterna più fibrosa e la parte finale che è la più dura. Anche i gambi io li taglio in lungo e li faccio in 4 parti.

Man mano che li pulite metteteli a mollo in una ciotola con il succo di mezzo limone spremuto per non farli annerire.

Una volta terminato di pulirli tutti sciacquateli velocemente sotto l’acqua corrente e metteteli a cuocere in una pentola a pressione. Fate un bel soffritto con olio e aglio e mettete i carciofi a insaporirsi per qualche minuto. Aggiungete sale, prezzemolo e vino bianco facendolo sfumare. Una volta sfumato, aggiungete 2-3 cucchiai di acqua e chiudete la pentola a pressione.

Dal fischio calcolate una ventina di minuti e i carciofi saranno pronti, belli morbidi e saporiti…perfetti per le nostre lasagne!

Io ho tritato col minipimer circa la metà dei carciofi per ridurli in crema in modo tale da condire meglio le lasagne ma è opzionale, potete anche non farlo e verranno buonissime ugualmente.

Prepariamo ora la besciamella: in un pentolino mettete l’olio (circa 100gr, fate scaldare e aggiungete circa 100gr di farina con il setaccio, piano piano. Mescolate bene per non far formare grumi, possibilmente usando una frusta. Si formerà una cremina abbastanza densa. Aggiungete il latte di soia (non zuccherato mi raccomando) e fate andare a fuoco abbastanza sostenuto continuando a mescolare fino a che non avrà raggiunto la consistenza che desiderate. Vi consiglio di lasciarla abbastanza liquida in quanto poi si addenserà ulteriormente nel forno. Aggiungete mezza tazza di Primavera grattugiato di iVegan e mescolate bene per far sciogliere il formaggio. Aggiungete infine il sale e la noce moscata.

Ecco fatto, abbiamo gli ingredienti pronti per condire le nostre lasagne. Ora dobbiamo iniziare a farcirle! Le lasagne da me utilizzate vanno fatte bollire 3 o 4 minuti prima di metterle in forno in modo tale da agevolare la cottura, non vanno quindi messe crude nella teglia.

Fatto questo iniziamo a farcirle: sul fondo della teglia mettete uno strato di besciamella e le sfoglie di lasagna. Copritele poi con un abbondante strato di altra besciamella e i carciofi. Date poi una bella spolverata di formaggio grattugiatoPrimavera di iVegan e ricominciate, facendo il secondo strato di lasagne e così via. Nell’ultimo strato ho aggiunto, oltre al formaggio grattugiato anche qualche fettina di formaggio ilVeganino di iVegan per farla ancora più formaggiosa e cremosa:una vera libidine!

Infornate a 180° per circa 30 minuti. I primi 20 minuti ho tenuto la teglia coperta con della carta stagnola per non farle asciugare troppo.

Gli ultimi 10 minuti ho scoperto la teglia e fatto andare anche la griglia per sciogliere bene il formaggio sopra: una vera goduria!

di Veronica Momi

 

We will be happy to see your thoughts

Leave a reply

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Search