Lasagna di melanzane e patate: la ricetta golosa.
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Lasagna di melanzane e patate: la ricetta golosa.

Eccovi una mia nuova ricetta: la lasagna di melanzane e patate!

Lo so che fa caldo e in questi giorni non avete voglia di cucinare, ma questo piatto si presta per essere preparato e poi consumato all’occorrenza (congelandolo nel freezer oppure tenendolo in frigorifero), così che poi avrete un super pranzo o una cena senza sforzo, ogni volta che lo vorrete!

Questa lasagna è particolare in quanto non ho utilizzato la solita pasta, ma ho aggiunto delle patate. Inoltre le melanzane sono grigliate e non fritte, perciò con questa ricetta non vi dovrete sentire poi troppo in colpa.

Anche nella besciamella che ho preparato non c’è margarina ma olio, che volete di più? Dovete assolutamente provarla, ora poi che le melanzane sono un ortaggio di stagione, verrà ancora più saporita!

INGREDIENTI
Patate rosse
Melanzane
Seitan
Polpa di pomodoro
Cipolle
Aglio
Mix di semi vari
Olio evo
Sale e pepe
Zucchero di canna (eventuale)

Per la Besciamella

Bevanda di soia – 1 litro
Farina tipo 0 o integrale – 100 g
Olio di semi di mais – 80 g
Sale e pepe
Noce moscata

CUCINIAMO
Iniziate mettendo sul fuoco una pentola d’acqua e, quando sarà in ebollizione, fatevi lessare le patate dopo averle lavate (con la buccia!). Quando saranno cotte, scolatele e lasciatele raffreddare completamente. Dopodiché tagliatele (sempre con la buccia) a fette spesse di circa un centimetro.

Fate riscaldare molto bene sul fuoco anche la piastra per grigliarvi le melanzane. Nel frattempo lavatele, mondatele e affettatele a fette di circa mezzo cm, per il senso della lunghezza. Quando la piastra sarà bollente, fatevi grigliare da entrambi i lati e tenetele da parte.

Nel frattempo, sbucciate aglio e cipolle, tritatele in un frullatore e metteteli da parte. Tritate anche grossolanamente il seitan.

In una padella fate scaldare un po’ di olio evo e aggiungeteci il trito di aglio e cipolle a rosolare. A questo punto aggiungetevi il seitan e fate insaporire. Mettete anche la passata di pomodoro e proseguite la cottura del sugo fino a che non si sarà ristretto. Date una bella pepata. Se dovesse essere troppo acido il sugo, aggiungetevi un po’ di zucchero di canna. Non dovrebbe servire il sale in quanto già il seitan è piuttosto saporito ma, se il sugo vi sembra insipido, mettetene un po’.

Preriscaldate ora il forno a 180°C e, mentre il sugo cuoce, preparate la besciamella.

In una pentola riscaldate l’olio di mais (attenzione a non farlo friggere!). Aggiungetevi quindi poco alla volta la farina, continuando a mescolare per far amalgamare il tutto.

Ora aggiungete a filo la bevanda di soia, un poco alla volta, e mescolando continuamente. “PICCOLO CONSIGLIO” Fate assorbire ogni volta tutto il liquido prima di versarne ancora (il composto si gonfierà e asciugherà permettendovi così di sciogliere gli eventuali grumi che si formeranno).

Continuate a mescolare fino ad aver aggiunto tutta la bevanda. Salate, pepate e aggiungetevi la noce moscata a vostro piacimento (la bevanda di soia è molto dolce perciò, a differenza della besciamella fatta con il latte vaccino, potreste aver bisogno di salare maggiormente la crema).

Fate scaldare fino al bollore, continuando a mescolare per evitare che si attacchi sul fondo della pentola, o si formino i grumi.
“PICCOLO CONSIGLIO” Se dovessero essercene, non abbiate timore. Utilizzate uno sbattitore elettrico e vedrete che spariranno“”.

Dopo aver portato a bollore, continuate la cottura per un paio di minuti o fino alla consistenza desiderata (densa per i ripieni e più liquida per i condimenti).

Ora non ci resta che assemblare la lasagna. Prendete una teglia da forno e ungetela un po’. Disponete ora sul fondo le fette di patata e spolverizzatele con pepe e un pizzico di sale. Fate ora uno strato di melanzane, uno di sugo e poi di besciamella. Ripetete ancora una volta gli strati. Terminate spolverizzando la superficie con il mix di semi vari e infornate per circa 45 minuti, finché la superficie non risulti dorata.

Buon appetito! 😉

di Francesca Magnoli

 

Search