Essere neomamme green.
Warning: Error while sending QUERY packet. PID=6791 in /home/ilvegano/public_html/wp-includes/wp-db.php on line 1877
NON PUOI ASSOLUTAMENTE PERDERE:

Essere neomamme green.

Se stiamo aspettando il primo figlio, la prima cosa che ci viene in mente è acquistare tutto ciò che ci piace e che servirà al nostro bambino. Entriamo nei negozi per l’infanzia e torniamo a casa con buste cariche di vestitini, giochini, seggioloni, e tante altre cose che magari non serviranno.

Oggi le neomamma, soprattutto negli ultimi tempi, stanno preferendo accudire il proprio bambino secondo una maternità naturale.

I metodi per allevare in maniera green i nostri figli sono semplici da seguire, vediamo quali sono i più comuni.

Il co-sleeping ossia il sonno condiviso con mamma, bambino e papà nello stesso ambiente. Il professore James McKenna, uno dei massimi esperti e sostenitori del co-sleeping spiega che condividere il lettone apporti benefici psico-fisici sia alla mamma che al piccolo.

“La mia ricerca sulle madri che dormono con i neonati è iniziata quando ho scoperto che mia moglie era incinta. Come la maggior parte dei futuri genitori, sono andato a comprare di corsa tutti i libri che parlassero dell’argomento. Ma dopo averne letto qualcuno su come prendersi cura del proprio bimbo sono giunto a due conclusioni: o tutto quello che avevo imparato in antropologia, la mia specialità, era sbagliato, o tutte le raccomandazioni occidentali su come prendersi cura al meglio del proprio bimbo non avevano niente a che fare con i bambini. Forse erano più in connessione con le ideologie culturali e i valori sociali occidentali che si preoccupano più di ciò che vogliamo che i bambini diventino, piuttosto che capire chi sono veramente e di cosa hanno bisogno. L’unico ambiente a cui il neonato si adatta è proprio il corpo della madre. Accarezzando un neonato si cambia il suo respiro, la sua temperatura corporea, il tasso di crescita, la pressione del sangue e i livelli di stress“. 

Il co-sleeping quindi, permette vantaggi quali la riduzione del pianto del bebè, garantisce una maggiore probabilità di successo per l’allattamento al seno, aumenta la temperatura corporea dei bambini e il ritmo del sonno-veglia tra mamma e bimbo rimane sincronizzato.

Altra pratica green che ha radici molto antiche è il babywearing, ossia portare il bambino attraverso l’utilizzo di speciali supporti porta bebè o una semplice fascia. Per i bambini essere portati in braccio è di vitale importanza infatti l’uso del babywearing aumenta il livello di ossitocina della madre, facilitando l’allattamento al seno, e serve per ridurre la depressione post partum.  Molto pratico, permette al genitore di poter compiere altre faccende di vita quotidiana in tutta sicurezza.

Quando i bambini piangono ogni due tre ore, ci vogliono comunicare che è arrivata l’ora della poppata, le neomamme seguono il principio dell’allattamento a richiesta, ossia Il bambino deve essere allattato tutte le volte che ne ha voglia, senza orari prestabiliti per non creare frustrazioni al bambino e per regolare meglio la produzione di latte. Tuttavia, può risultare molto impegnativo per la mamma, che dovrà stare sempre molto vicina al bambino per soddisfare le sue esigenze.

Anche lo svezzamento naturale, che avviene intorno ai sei mesi è consigliato alle neomamme, è il passaggio naturale e graduale del lattante all’alimentazione solida e corrisponde a precise e delicate esigenze psicofisiche del bambino.

Anche la cura del corpo del proprio bambino è fondamentale, è preferibile usare prodotti senza derivati dal petrolio ed altri agenti chimici, ed è sempre bene leggere le etichette dei prodotti cosmetici che acquistiamo.

Ecco allora una piccola lista di prodotti  per mamme green ai quali non possiamo rinunciare:

Body di cotone, calzini da neonato, mussole per asciugare il bebè e per pulire i rigurgiti, scegliamo sempre capi di cotone bio o fibre naturali, privi di poliestere e di colori neutri, per esempio i body bianchi sono perfetti perché sono facili da lavare e non richiedono lavaggi speciali.

Le copertine migliori sono quelle in pile o cotone bio, fibre naturali e colori lavabili.

Ed in ultimo pannolini ecologici e i lavabili.

Diventare eco-mamme è un modo molto utile per educare al rispetto dell’ambiente.

E voi che mamme siete?

di Antonella Tomassini

Search